Come diventare fisioterapista




Se ti stai chiedendo come diventare fisioterapista sappi che è previsto un apposito percorso formativo sia teorico che pratico.

Il fisioterapista è a tutti gli effetti un professionista del settore sanitario per cui come per altre figure, anche egli dovrà opportunamente formarsi prima di poter esercitare la professione.

Cosa fa il fisioterapista

Il fisioterapista è l’operatore sanitario che offre ai propri pazienti interventi di cura, di riabilitazione oppure di prevenzione delle abilità motorie, funzioni cerebrali e viscerali.

In ragione delle sue mansioni e delle sue competenze, il fisioterapista può operare sia da solo occupandosi di un percorso terapeutico oppure in collaborazione con altre figure professionali. A proposito di mansioni e competenze, il fisioterapista è chiamato ad elaborare un apposito programma di riabilitazione e a praticare le terapie utili per rieducare le disabilità che possono essere motorie, psicomotorie o magari cognitive.

Inoltre il fisioterapista, qualora lo ritenesse necessario in ragione della situazione medica specifica, può anche proporre l’utilizzo di protesi e soprattutto coadiuvare il paziente nel corretto utilizzo.

Infine, può svolgere attività di studio, didattica ma anche di consulenza per associazioni private oppure pubbliche.

Le differenze tra Fisioterapista e Massaggiatore Capo Bagnino (MCB)

Il Massaggiatore e Capo Bagnino conosciuto in gergo anche con l’acronimo MCB, è una figura inserita nell’elenco delle professioni del ministero della salute ed in particolar moto rientra nel settore delle Arti ausiliarie delle professioni sanitarie.

Molto spesso si tende a mettere sullo stesso piano il Massaggiatore Capo Bagnino (MCB) e il fisioterapista ma in realtà hanno competenze molto differenti. Come abbiamo visto nel precedente paragrafo il fisioterapista si occupa della elaborazione di programmi di riabilitazione, della pratica di alcune terapie indirizzate alla rieducazione e soprattutto può anche proporre l’utilizzo di protesi per risolvere specifiche problematiche dei propri pazienti.

Invece il massaggiatore e capo bagnino effettua massaggi oppure interventi curativi di idroterapia naturalmente su previa diagnosi e prescrizione medica. Inoltre può utilizzare apparecchiature elettromedicali, effettuare massaggi indirizzati alla prevenzione ma anche al raggiungimento del benessere psicofisico e soprattutto collabora con altre figure professionali come potrebbe essere anche lo stesso fisioterapista.

Altra rilevante differenza è che il Massaggiatore Capo Bagnino (MCB) è specializzato in massoterapia e idroterapia. Da un punto di vista normativo, inoltre, viene definito come colui che esegue massaggi e manovre meccaniche su organi e tessuti del corpo umano ma anche come la figura professionale che si occupa di bagni medicali a scopo terapeutico.

Come diventare un fisioterapista

Per poter diventare un fisioterapista a tutti gli effetti e quindi poter esercitare la professione, è necessario intraprendere un preciso percorso formativo.

In particolare si dovrà conseguire la laurea triennale in Fisioterapia.

È necessario ricordare come questo corso di studi sia a numero programmato per cui, per poter accedervi, sarà essenziale sottoporsi ai test di ingresso. Se quindi stai pensando di voler diventare un fisioterapista dovrai prepararti opportunamente per farti trovare pronto ai test d’ingresso anche perché la concorrenza è numerosa e molto agguerrita.

Il Ministero dell’Istruzione ogni anno non solo si occupa della pubblicazione del bando nel quale vengono indicate le modalità e i tempi con cui si dovrà eseguire i test d’ingresso ma anche e soprattutto decide il numero di posti disponibili. Queste decisioni variano di anno in anno e vengono prese in funzione anche di aspetti e dati statistici.

Conclusioni

Articoli Correlati

massaggio svedese

Massaggio svedese: le principali manovre

Il massaggio svedese conosciuto anche come tradizionale, o massaggio terapeutico, è un trattamento manuale dei tessuti molli volto a dare sollievo a specifici tipi di dolore e disfunzione. Introduzione Marcel Proust ne “Alla ricerca del tempo perduto” definì il ruolo fondamentale e chiave del massaggiatore come quella figura
Leggi Tutto »
Contrattura dorsale

Contrattura dorsale: come riconoscerla e trattarla

Quando parliamo di contrattura intendiamo una contrazione involontaria, dolorosa e permanente localizzata ad un muscolo. In questo articolo ci focalizzeremo sulla contrattura dorsale, localizzata neurologicamente tra le vertebre D1 e D12 della colonna vertebrale e localizzata muscolarmente nella porzione posteriore del tronco: tra il collo e i glutei.
Leggi Tutto »
osteopatia

Il trattamento osteopatico: cosa cura

L’osteopatia (denominata anche medicina osteopatica) è una medicina manuale e, come tale, si affida al contatto manuale per effettuare la diagnosi e il trattamento. Introduzione La fase iniziale di una seduta osteopatica prevede un’anamnesi, ovvero una serie di domande mirate ad avere maggiori informazioni sui sintomi e sui
Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *